Seminario : la formazione del bilancio 2010

ANCI Piemonte e LEGAUTONOMIE Piemonte hanno organizzato il consueto seminario annuale sull’applicazione della Legge finanziaria e la formazione del bilancio con l’applicazione del Patto di Stabilità.
Come sempre l’incontro, a carattere seminariale e di studio, sarà aperto al confronto tra i tecnici responsabili del bilancio e gli amministratori, pertanto invitiamo i Sindaci, i Presidenti e gli Assessori a partecipare  insieme con i loro Responsabili e Funzionari.
Sarà lasciato ampio spazio per interventi e quesiti da parte dei partecipanti.invito-seminario-finanziaria Leggi il resto »

Elenco Allegati

Corsi protezione civile

Il percorso formativo della Protezione civile regionale, iniziato il 16 settembre con il primo corso rivolto ai Sindaci, continua questa settimana con un intenso programma aprendo le aule ai Funzionari comunali, per la prima volta ai docenti di Formazione professionale e avviando l’ultimo corso riservato ai Sindaci dell’area metropolitana e della provincia di Torino.
 

Lunedì 12 ottobre a Torino, presso la sede del CNOS- CFP, Piazza Rebaudengo 22, inizia un ciclo articolato in 4 giornate rivolto ai Funzionari comunali; mercoledì 14, presso il Centro di Formazione Professionale CNOS- FAP Valdocco, Via Maria Ausiliatrice, prende il via il secondo corso di lezioni per i Sindaci, e martedì 13 ottobre, a Fossano presso il Centro di Formazione Professionale CNOS – FAP, Via Verdi 22, inizia il percorso formativo per i Docenti della Scuola Professionale.
 
L’assessore regionale, Luigi Sergio Ricca, ricorda le finalità del corso – “essenzialmente rivolto ai sindaci, per il ruolo primario e di responsabilità che rivestono nel sistema in particolare in situazione di emergenza, ed ai funzionari pubblici, per offrire un supporto qualificato, migliorare la capacità organizzativa e una valutazione valida degli scenari di rischi. Mentre il corso riservato ai Docenti delle Scuole Professionali, novità nell’ambito della programmazione di formazione, intende fornire le conoscenze di base del sistema di Protezione civile e sugli scenari di rischio che interessano le rispettive aree territoriali. La particolare attenzione dedicata a questa utenza è rivolta a sviluppare una capacità di coordinamento in situazioni di emergenza all’interno e all’esterno dell’organizzazione scolastica, fino a creare meccanismi di ricaduta virtuosi che sfocino in concrete sensibilizzazioni sulle tematiche della sicurezza e dell’emergenza, con attività interdisciplinari che coinvolgano anche il sistema di Protezione civile”. 
   

Il percorso di formazione, organizzato dal settore Protezione civile regionale, in collaborazione con l’Associazione Temporanea d’Impresa CNOS- FAP e IN&OUT, ha pianificato un’attività di formazione – workshop, esercitazioni e seminari – articola complessivamente in 40 giornate di formazione e 30 di laboratorio.
Seguiranno a questa prima utenza territoriale un secondo appuntamento con gli amministratori del Verbano-Cusio-Ossola, e un ciclo innovativo dedicato alla figura del segretario comunale.

Nuovo bando per l’impiantistica sportiva

Messa a norma, ampliamento e diversificazione degli impianti sportivi e realizzazione di infrastrutture leggere outdoor per gli sport all’aria aperta sono gli obiettivi che l’assessorato allo Sport della Regione si propone con il nuovo bando per l’adeguamento dell’impiantistica sportiva, che si avvale di una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro.

I progetti potranno essere presentati entro il 30 novembre da federazioni sportive nazionali, enti pubblici, di promozione sportiva o morali, società ed associazioni sportive senza fine di lucro.

Diverse le novità di un bando che continua l’impegno della Regione per sostenere l’ossatura di base della pratica sportiva, indispensabile per accrescerne il numero di praticanti. “Abbiamo voluto – annuncia Giuliana Manica, assessore allo Sport – prestare particolare attenzione all’uso delle fonti energetiche rinnovabili, oltre agli interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche e la messa a norma sia dal punto di vista della sicurezza che delle norme igienico-sanitarie. Abbiamo poi voluto incentivare l’infrastrutturazione outdoor con l’obiettivo di diffondere sport all’aria aperta come le arrampicate e le passeggiate con le racchette da neve, ma anche il torrentismo e la canoa, la mountain bike e il pattinaggio su ghiaccio. Sport che contribuiscono a diversificare l’offerta sportiva sia per la pratica di base dei piemontesi che per i sempre più numerosi turisti che, ogni anno, scelgono di trascorre del tempo nel nostro territorio”.