Monitoraggio sulle imprese piemontesi: i dati di marzo

Alleghiamo il documento ” Tenere la rotta” curato dalla Regione Piemonte con il monitoraggio sull’andamento delle imprese regionali del 12 marzo 2012.

http://www.regione.piemonte.it/industria/sist_info/dwd/2012/i_trend.pdf

Re.Medi.O – Organismo di mediazione regionale

E’ attivo l’Organismo di Mediazione della Regione Piemonte “ReMediO” iscritto al n. 785 presso il Ministero della Giustizia, il cui scopo è finalizzato alla composizione dei conflitti che possono sorgere tra soggetti pubblici, privati e imprese in materia di diritti disponibili.
In quest’ottica, la Regione Piemonte nell’istituire l’organismo di mediazione “ReMediO” intende contribuire alla divulgazione della cultura della mediazione, quale strumento di risoluzione stragiudiziale i cui rilievi pratici si sostanziano in un procedimento che tenga conto e garantisca costi accessibili a tutti ed agevolazioni per le particolari categorie di soggetti (vedi tabella A-B-C).

Info segreteria Re.medi.O:

Torino, Piazza Castello 165,
011/4322445 – 011/4324674 – 011/4323253 – 011/4322027.
Orario per il pubblico: dalle h. 9,00 alle 12,00 – dal Lunedì al Venerdì.
e-mail: remedio@regione.piemonte.it
VERCELLI – c/o uffici URP – Palazzo Verga – Via Fratelli Ponti, 24 – tel. 0161 60286/278
ALESSANDRIA – c/o uffici URP – Via Dei Guasco, 1 – Tel. 0131 285072/074

Finanziamenti agevolati per interventi di efficienza energetica e sfruttamento delle fonti di energia rinnovabili

APERTURA SPORTELLO: 16 MARZO 2012

La legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007), ha istituito un Fondo rotativo, con una dotazione finanziaria complessiva pari a 600 milioni di Euro, finalizzato a incentivare, attraverso finanziamenti agevolati, le misure finalizzate all’attuazione del Protocollo di Kyoto.
Il decreto ministeriale 25 novembre 2008 ha disciplinato i soggetti beneficiari, gli interventi ammissibili e le modalità di erogazione dei finanziamenti agevolati previsti dal Fondo.
Le risorse disponibili per gli interventi da realizzare in Piemonte per la prima annualità (in totale ne sono previste tre), con riferimento alle Misure “Microcogenerazione diffusa”, “Rinnovabili” e “Usi finali”, sono pari a 9.790.000,00 Euro.
Le tipologie di interventi ammissibili e i beneficiari dei finanziamenti agevolati del Fondo Kyoto sono riassunti nella seguente tabella: Tabella (file pdf)
Il finanziamento agevolato previsto dal Fondo Kyoto consiste in un prestito di scopo, di durata non inferiore a 3 anni e non superiore a 6 (tra 3 e 15 anni per i soggetti pubblici) a rate semestrali costanti, posticipate.
Il tasso d’interesse applicato al finanziamento agevolato è pari allo 0,50% annuo (ai sensi del decreto ministeriale 17 novembre 2009).
La percentuale di agevolazione è pari al 90% dei costi ammissibili nel caso di soggetti pubblici, pari al 70% dei costi ammissibili per tutti gli altri soggetti.
I finanziamenti previsti dal decreto sono cumulabili con agevolazioni contributive o finanziarie previste da altre normative comunitarie, nazionali e regionali entro le intensità di aiuto massime consentite dalla vigente normativa dell’Unione Europea.
L’istruttoria delle domande presentate in Piemonte su queste tre Misure sarà effettuata da Finpiemonte S.p.A.
La circolare applicativa prevista dal d.m. 25 novembre 2008, contenente i requisiti minimi dei progetti, le modalità di presentazione e valutazione delle domande, nonché di erogazione del finanziamento agevolato, sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale in data 1 marzo 2012.
Lo sportello per la presentazione delle domande sarà aperto dal 16 marzo 2012.

Le modalità di presentazione della domanda (telematica e cartacea), tutte le informazioni utili ai beneficiari, la documentazione completa e i contatti per avere informazioni e chiarimenti, sono reperibili sul sito di Cassa Depositi e Prestiti al seguente link: http://www.cassaddpp.it/cdp/Areagenerale/FondoKyoto/index.htm

articolo tratto dal sito della Regione Piemonte

http://www.regione.piemonte.it/ambiente/energia/bando_2012.htm