Semplificazione e sviluppo, d.l. n. 5/2012: conversione in legge

10 aprile 2012 | Pubblicato in: News
Con 394 voti favorevoli, 49 contrari, e 21 astenuti, la Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge, già approvato dalla Camera e modificato dal Senato, di conversione del decreto-legge n. 5/2012, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo.
Semplificazione e sviluppo, d.l. n. 5/2012: conversione in legge

Le novità introdotte dal Senato riguardano, in particolare, l’articolo 44, dove resta in vigore la parte in base alla quale la reintegrazione del fondo spese impreviste istituito dalla legge n. 196 del 2009 avviene mediante aumento delle accise sui carburanti; inoltre, si è voluto dissipare ogni equivoco sull’eventualità di una depenalizzazione per quanto concerne interventi edilizi su aree soggette a vincolo provvedimentale (vincolo relativo alle aree particolarmente protette), al tempo stesso, chiarendo che l’intervento di delegificazione riguardava, secondo la tradizione, il piano delle procedure e non anche il piano della disciplina sostanziale.

Nella replica, il Ministro Patroni Griffi ha ribadito che il Governo intende presentare un disegno di legge in materia di semplificazioni, che possa anche avvalersi del dibattito sia alla Camera sia al Senato e degli ordini del giorno.

Elenco Allegati