Legge comunitaria 2011, iniziato iter parlamentare

27 settembre 2011 | Pubblicato in: News

Approda alla Camera il disegno di legge comunitaria 2011 “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità Europee”. Il testo, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 agosto 2011, dopo il parere favorevole senza osservazioni della Conferenza Stato-regioni in sessione comunitaria, contiene 23 direttive da recepire con decreto legislativo.

Tra i settori interessati: le prestazioni energetiche nell’edilizia, l’IVA, il congedo parentale, la tratta di esseri umani, sistema comune di imposta sul valore aggiunto.

L’art. 1 comma 1 del disegno di legge comunitaria 2011, come già previsto dal precedente disegno di legge comunitaria 2010, stabilisce che il termine per l’esercizio delle deleghe legislative per l’attuazione delle direttive contenute negli allegati A e B, non è più coincidente con la scadenza del termine fissato dalle singole direttive per il loro recepimento, ma è anticipato di due mesi.

L’obiettivo è quello di accellerare l’adeguamento della normativa italiana agli obblighi imposti in sede europea ed evitare l’avvio di procedure di infrazione per mancato recepimento.

Il disegno di legge comunitaria relativo all’anno 2010, presentato alle Camere il 5 Agosto 2010, è attualmente in esame presso la Commissione per le politiche comunitarie del Senato.

Elenco Allegati