Crisi, Filippeschi: “Declassamento Italia sentenza capitale. Serve cambio di Governo”

21 settembre 2011 | Pubblicato in: News

“Il declassamento è una sentenza definitiva e capitale. Perché non venga eseguita serve un cambio di governo. Le autonomie locali hanno denunciato con chiarezza una manovra senza prospettive e che potrebbe avere conseguenze negative sul rating delle Regioni e degli enti locali. E’ stato come chiedere un governo affidabile, che unisca il rigore necessario a giustizia e alla fiducia in una crescita che veda i territori protagonisti”.

Così il presidente di Legautonomie Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, commenta la decisione di Standard & Poor’s di tagliare il rating dell’Italia da A+ ad A, con outlook negativo.
 

“La disponibilità ad una radicale autoriforma del sistema enti locali-regioni, dentro ad una più complessiva riforma istituzionale, che preveda una camera federale, il Senato delle autonomie è preziosa – dice Filippeschi – non va fatta cadere. C’è molto da cambiare, ma c’è una classe dirigente politica locale, che governa a stretto contatto con i cittadini e con i loro problemi, che va ascoltata e non sacrificata, per delegittimazione, sull’altare di un assetto politico ormai impresentabile e inaffidabile che di vessazione in vessazione, senza riforme serie, dissipa anche questa risorsa”.